mercoledì 17 giugno 2015

Pensieri estemporanei e... una torta salata buona buona!




Vorrei poter scrivere anch'io  -PAUSA VACANZA-
- CHIUSO - ritorno a settembre -
Invece non  chiudo un bel niente.
Continuo  a lavorare, soffro  il chiuso di una stanza quando fuori c'è un sole che, come diciamo noi - spacca le pietre - .
Sospiro  davanti alla finestra. Sorseggio un caffè.
Non è il caldo che mi frena. No.
Io l'amo. Anche quando le zanzare punzecchiano le mie gambe stile varicella.
Anche quando lungo la ciclabile, le moschette si infilano ovunque e se non  chiudo la bocca, le mangio pure.
Non si tratta di poca voglia di fare.
E che di  voglia di fare d'estate ne  ho troppa.
Solo che non ce la faccio più come una volta.

Caspiterina. 
Lo devo ammettere che non ho più vent'anni. Nemmeno trenta. Nemmeno ... ahiii, basta !!!
Così nei fine settimana vado al mare e non è una novità. 
Faccio il pieno di sole. 
Il mio carburante.
Che poi centellino parsimoniosamente durante la settimana.
Come una formica.
Ritorno a casa e ci ricasco. 
Vado in terrazza, scalcio via le ciabatte, a piedi nudi si acuisce il mio senso di libertà .
Sfoglio distrattamente una rivista, mi si accende la lampadina come Archimede Pitagorico, ed invece di rilassarmi sulla chaise longue, con una birra gelata in mano,  mi metto ad impastare.
Brava - mi dico - poi non lamentarti che sei stanca !!!!

Questo è il periodo della ricotta.
La metterei ovunque e, a forza di insistere, anche i miei ragazzi  la apprezzano di più.
Poi, se ci metti i peperoni con le acciughe in mezzo... mmmm  che sapore!
Ricetta  ispirata   dal numero di Cucina moderna di giugno, della quale sono rimasti solo i peperoni arrostiti con le acciughe,  tutto il resto della ricetta, ingredienti compresi,  è completamente diverso e di mia fantasia. 

TORTA RUSTICA ALLA RICOTTA E PEPERONI

Ingredienti
per il guscio per una tortiera di 24 cm
150 g di farina integrale macinata a pietra
150 g di farina tipo 1 macinata a pietra
50 ml di olio evo
70 ml di vino bianco secco
1 pizzico di sale 
per il ripieno 
300 g di ricotta mista
150 g di stracchino
1 cucchiaio di parmigiano grattugiato
qualche cucchiao di panna da cucina
sale, pepe, peperoncino
foglioline di timo limone
1 uovo 
2 peperoni verdi ( varietà a corno)
2 peperono rossi (varietà a corno)
1 peperone giallo (varietà a corno)
1 piccolo vasetto di acciughe sott'olio
sale, pepe, peperoncino 
anacardi tostati e salati

Arrostite i peperoni su una piastra a fuoco vivace fino a quando non risulteranno morbidi. Potete fare questa operazione anche nel forno, lasciandoli cuocere col grill  per una ventina di minuti.
Eliminate il picciolo, apriteli da una lato e pulitili eliminando  pellicine, semi e  filamenti.
Tagliateli a falde di 2 cm circa, poneteli a scolare  in uno scolapasta e tenete da parte.
In una ciotola, impastate le farine con l'olio ,il vino ed il pizzico di sale, finchè l'impasto non risulti omogeneo e liscio. 
Stendete il panetto ottenuto su una spianatoia infarinata e ricavate un cerchio poco più grande della tortiera.  Rivestite la tortiera coperta da carta forno,   ritagliate i bordi e bucherellate l'impasto con i rebbi di una forchetta. 
Coprite con un foglio di carta forno, poneteci sopra dei legumi secchi e cuocete in forno già caldo, a 190°  per 20 minuti circa.
Sfornate, eliminate i legumi e fate intiepidire.
Preparate la crema di ricotta schiacciandola con una forchetta, sbattete l'uovo in un piatto ed aggiungete alla ricotta insieme allo stracchino, il parmigiano, la panna il sale, il  pepe e le foglioline di timo limone lavate ed asciugate. Amalgamate il tutto.
Ricoprite il guscio di pasta con la crema di ricotta.
Sistemate su ogni stricia di peperone un filetto di acciuga ed arrotolate.  
Sistemate i rotolini di peperone , alternando i colori, sulla crema di ricotta ed allargate un pò per dare la forma di piccole roselline. Cospargete di anacardi tostati e salati tagliati grossolanamente, una grattata di pepe e volendo, una grattata di peperoncino secco franto.
Rimettete in forno e fate cuocere ancora a 170° circa, per altri 25 minuti. Guarnite a piacere con foglioline di timo limone, fate raffreddare e servite !
Note : Per il guscio, mi sono lasciata guidare dalle nostre abitudini tutte abruzzesi, quelle cioè di bandire il burro dove è possibile,  e preparare impasti a base di olio extra vergine d'oliva e vino bianco secco. L'assorbimento dei liquidi dipende dal tipo di farina usata, regolatvi quindi sulla quantità necessaria.
Per concludere, questa torta rustica è talmente buona che se non mi aiutavano, la mangiavo tutta da sola senza alcuno sforzo!

 

Questa ricetta è per la bellissima raccolta "Stagioniamo!
Ho conosciuto Federica del blog "Caffè Babilonia" a Roma ed anche se abbiamo avuto poco tempo per approfondire e parlare un pò di più (eravamo prese dalle nostre fotocamere ... eh sì, al corso di fotografia !), ci siamo piaciute subito , è stata simpatia a prima vista ! 

E quindi, con piacere  lascio questa ricetta Fede,  che spero vada bene ... un abbraccio, 
Patrizia












8 commenti:

  1. eccola qua con le sue crostate che spaccano il monitor!! ^__^ mamma mia che buona Patrizia! Le foto poi super bellissime!!! <3 bacii

    RispondiElimina
  2. Cara Patrizia, come ti capisco! Arriva l'estate ed il caldo mi butta la pressione sotto i piedi, ma la voglia di fare, impastare, provare nuove ricette ha sempre la meglio. Peccato che ultimamente il tempo sia sempre troppo poco, e così la lista dei patti che vorrei provare si allunga a dismisura.
    La tua torta salata mi piace moltissimo: fresca ma piena di sapore, un vero e proprio inno all'estate. Le tue foto, poi hanno sempre un calore speciale, e non posso mai fare a meno di soffermarmi e sognare un po'.

    RispondiElimina
  3. Anche io ho un po' di stanchezza sulle spalle, ma il piacere di pasticciare non mi stanca mai. Questa torta rustica deve essere una delizia.

    RispondiElimina
  4. Questa torta è un prato fiorito di gusti, originalità e profuma proprio di estate. Non potevi riassumere i tuoi pensieri in una ricetta migliore di questa :-) Bravissima e vedrai che arriveranno anche x te le vacanze ed in qualunque periodo dell'anno saranno avrai il sole dentro di te :-)

    RispondiElimina
  5. adoro le torte salatae, soprattutto in quesat stagione, diventano i miei pranzi preferiti!!oltre che buona anche molto bella la tua

    RispondiElimina
  6. Ciao cara, sono una delle altre stagionatrici insieme a Federica ;)
    siamo felicissime della tua ricetta per il nostro picnic... è meravigliosa!
    Foto sublimi! :)
    Grazie mille!

    Terry

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Terry... sono proprio contenta di partecipare :)
      Un saluto a te e alle stagionatrici !

      Elimina
  7. E grazie di cuore a tutte per i vostri commenti ed apprezzamenti... il mio consiglio è di provare questa torta, non vi deluderà, parola mia !
    Un abbraccio

    RispondiElimina

Grazie per l'attenzione e per i commenti che vorrai lasciarmi :) !
Patrizia